domenica 13 maggio 2012

Ove si parla di rime e mimetismo...ma soprattutto di rime



Da tempo volevo scrivere questo post, dedicato all'amico Marco Barozzi, che sul suo Blog Popinga ha tradotto per me e messo in rima la mia poesia inglese preferita.
Naturalmente io sono solo una biologa e con le rime non ci sò proprio fare, per cui mi sono lanciata su una storia che racconta di mimetismo in rima!

Uno dei più famosi esempi di mimetismo batesiano riguarda i Serpenti ed in particolare alcuni serpenti che vivono negli Stati Uniti.
Vediamoli:

Serpente corallo ( Coral snake ) Micrurus fulvius

– Famiglia Elapidi (Elapidi: un nome, un programma ! io dico quando nasci da una
famiglia con un nome così funesto il tuo destino è già segnato!)
serpente velenosissimo, ovvio

Serpente del latte ( Milk Snake ) Lampropeltis triangulum

- Famiglia Colubridi (gente normale), che è un mimo innocuo del corallo

Questi animali , pur presentando entrambi bande rosse, gialle e nere alternate, hanno le bande disposte in modo differente; fatto che permette di distinguerli. vediamo

serpente corallo



serpente del latte




Allora osservando attentamente le bande notiamo che nel serpente corallo la banda rossa è affiancata da due righe gialle, mentre nel serpente del latte la banda rossa è affiancata da due righe nere.

Certo non è una differenza facile da memorizzare, per cui è stata creata la seguente rima:

Da rosso a nero,
sicuro è il sentiero

Da rosso a giallo
è proprio un corallo


Il consiglio, però è , in caso di un incontro con uno di questi signori, darsela a gambe, senza controllare le strisce! anche perchè questi serpenti sono di piccole dimensioni.

Ma veniamo ora al tema del post....le rime

Allora breve ragionamento: questi serpenti vivono solo in America (anche se il regista Ridley Scott, nel suo film " Il gladiatore", fa infilare un serpente corallo nel letto del senatore Gracco, a ROMA...cioè "al mio segnale scatenate l'ignoranza zoologica") ; la rima è in italiano (sarebbe bello poterle attribuire un autore), quindi per anni io e i miei allievi ci siamo chiesti quale fosse l'originale rima made in USA.

Inaspettatamente poco tempo fa ho trovato le risposte !

Un personaggio leggendario chiamato "Fat" Jack Loticus creò la rima nel 1862

Red touches yellow,
kills a fellow.

Red touches black,
friend of Jack



Ci sono altre varianti di questa rima, nei diversi stati americani, come:

Red touch yellow, kills a fellow. Red touch black, venom lack.

Red touch yellow, death says hello. Black touch red, keep your head.

Yellow touch red, you be dead. Red touch black, eat Cracker Jack.

Red and yellow mingle, bite feel a tingle. Red and black hug, sing a song, you lug.

Red leans on yellow, legs turn to jell-o. Red leans on black, keep a strong back.

Mi ha fatto piacere che anche l'autore di queste ricerche,( dopo aver raccomandato di non uccidere i serpenti, per la continuità della specie) concludesse suggerendo, come faccio di solito io, di non sforzarsi di ricordare la rima, ma di allontanarsi velocemente!

Lui però lo fa in rima:

Just leave snakes alone, chappy,

and everybody goes home happy



1 commento:

  1. Nell'antica rivalità tra l'uomo e il serpente
    il problema del colore non è dirimente:
    ma se rosso tocca nero
    non si va al cimitero,
    per una volta al Milan sono riconoscente.

    (da un interista con simpatia)

    RispondiElimina